Sabato 11 dicembre 2021 a Palazzo Mirto presentazione del testo teatrale “Le stagioni dei Florio”

Palermo 11 dicembre, A palazzo Mirto si presenta “Le stagioni dei Florio” di Adriana Castellucci (Edizioni Kemonia).
Appuntamento sabato 11 dicembre, alle 16 e 30, nella suggestiva e prestigiosa cornice di Palazzo Mirto, in via Merlo 2, a Palermo, per l’evento-presentazione del testo teatrale di Adriana Castellucci, “Le stagioni dei Florio”, pubblicato dalle Edizioni Kemonia.
Introduce Giampiero Tre Re. Insieme all’autrice, interviene Valentina Chinnici. Letture interpretative degli attori Enrico Stassi, Maria Teresa Coraci e Nicolò Prestigiacomo. Con la partecipazione straordinaria di Laura Mollica (voce) e Giuseppe Greco (chitarra).
La potenza del mito dei Florio ancora oggi esercita una forte suggestione, radicata com’è in diversi ambiti della popolazione palermitana e nutrita di nostalgia e di rimpianto per quello che la città fu e avrebbe potuto essere. Nella stesura di questo testo teatrale l’autrice non ha scelto alcuna interpretazione storica univoca, sia riguardo ad alcuni risvolti oscuri dell’ascesa dei Florio, sia alle responsabilità del loro crollo, preferendo affidare ad una polifonia di voci e ad una molteplicità di personaggi ragioni e convincimenti riferibili a più punti di vista.
I posti sono limitati ed è obbligatoria la prenotazione inviando una mail a kemoniaedizioni@gmail.com o telefonando/mandando un messaggio (anche WhatsApp) al 3279053186.
Ingresso consentito solo con greenpass e mascherina.

“Le stagioni dei Florio”: all’Istituto Gramsci la presentazione del testo teatrale di Adriana Castellucci

Le stagioni dei Florio

L’Istituto Gramsci Siciliano, ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo, invita, mercoledì 24 novembre alle ore 17.30, alla presentazione del testo teatrale “Le stagioni dei Florio” di Adriana Castellucci (edizioni Kemonia).
La potenza del mito dei Florio ancora oggi esercita una forte suggestione, radicata com’è in diversi ambiti della popolazione palermitana e nutrita di nostalgia e di rimpianto per quello che la città fu e avrebbe potuto essere. Nella stesura di questo testo teatrale l’autrice non ha scelto alcuna interpretazione storica univoca, sia riguardo ad alcuni risvolti oscuri dell’ascesa dei Florio, sia alle responsabilità del loro crollo, preferendo affidare ad una polifonia di voci e ad una molteplicità di personaggi ragioni e convincimenti riferibili a più punti di vista.
Sono previste, durante l’incontro, delle letture interpretative a cura di Enrico Stassi, Maria Teresa Coraci e Nicolò Prestigiacomo. Presenti, oltre l’autrice, i relatori Felice Cavallaro e Giampiero Tre Re; coordina Salvatore Nicosia.

Ingresso gratuito – Info via mail a info@istitutogramscisiciliano.it – Ingresso con obbligo di Green Pass

Presentazione del libro “Per noi, sono stati tutti speciali” a cura di Mirella Pezzini – ISS Mario Rutelli – 27 Ottobre ore 15,30

Invito PezziniMercoledì 27 Ottobre alle ore 15,30 presso l’Istituto Superiore Statale “Mario Rutelli”, piazzale G. C. Montalto 3 – Palermo, verrà presentato il libro a cura di Mirella PezziniPer noi, sono stati tutti speciali – una Comunità Scolastica di Palermo si racconta“. Aprirà i lavori la Dirigente Scolastica Giovanna Ferrari
Interverranno:

  • il Dott. Stefano Suraniti, Dirigente USR Sicilia
  • la Prof.ssa Valentina Chinnici
  • il Dott. Maurizio Gentile
  • il D. S. Vito Pecoraro

Seguirà un dialogo tra gli autori ed il pubblico.

La S.V. è invitata.

Palermo 16 ottobre, Al Fresco si presenta “Sei racconti e un intermezzo” di Agostina Passantino

Sei racconti e un intermezzo

Sei racconti e un intermezzo è il titolo di Agostina Passantino, pubblicato dalle Edizioni Kemonia, che sarà presentato il 16 ottobre, alle ore 18,00,  al “Fresco” – giardino e bistrot sito presso il vicolo Brugnò 1, a Palermo.
Dialogheranno con l’autrice: Claudio Mancuso, torico dell’età contemporanea e funzionario demoetnoantropologo presso il Ministero della cultura, è autore di numerosi saggi e volumi sulla storia e sulla società siciliana dall’unità a oggi; e Aurora Randazzo, psicologa, psicoterapeuta e gruppoanalista. Svolge attività in ambito privato a Palermo di consulenza, supporto psicologico e psicoterapia rivolti ad adulti e adolescenti, sia in presenza che online.
Ingresso fino a esaurimento posti.

Palermo 22 settembre, Chiara Marsala presenta “Due terre e un cuore – Storia di una ex expat”, Edizioni Kemonia

Chiara MarsalaAppuntamento mercoledì 22 settembre, alle ore 18 e 30, presso Al Fresco – giardino e bistrot, vicolo Brugnò 1 a Palermo, per la presentazione del volume di Chiara Marsala, “Due terre e un cuore – Storia di una ex expat”, Edizioni Kemonia. Insieme all’autrice, interverranno Anna Ponente, direttrice del Centro Diaconale “La Noce” – Istituto Valdese. e Simona Sunseri, fondatrice di Palermo Mamme. Ingresso fino a esaurimento posti.

Due Terre e un Cuore – Storia di una ex expat è un romanzo autobiografico ispirato alle vicende vissute dall’autrice in terra straniera, dal trasferimento fino al ritorno in terra natia. Si potrebbe però definire la storia di molti, di tutte quelle persone che lasciano la propria casa in cerca di fortuna e stabilità. In sette anni all’estero, la protagonista vive le più svariate esperienze: le difficoltà di chi si trasferisce in un altro Paese, superate di volta in volta con fatica, ma anche soddisfazione; il senso di solitudine che si prova a vivere lontano dai propri cari, mitigato dalla nascita di nuove amicizie; la frustrante ricerca del lavoro, bilanciata dai successi ottenuti; gravidanze e aborti, il cui straziante dolore viene placato solo dalla nascita di un figlio; la morte di un amico di sempre e il recupero di vecchie amicizie; infine, l’arrivo del Covid-19, che le fa capire che il mondo senza frontiere di cui pensava di essere figlia è una mera illusione. La protagonista realizza di essere rimasta incastrata tra due terre. Per ritrovare il suo posto nel mondo, capisce di dover scegliere, così da non doversi più sentire costantemente un “pesce fuor d’acqua”. Alla fine, si rende conto che l’unico modo per essere realmente felice sia quello di tornare a casa. Il lettore si identifica negli interrogativi mossi dall’autrice: vale veramente la pena vivere una vita lontano dai propri cari? Oppure è meglio scendere a compromessi lavorativi in favore di una vita felice grazie al supporto delle persone con cui siamo cresciute e che ci vogliono bene? Agli occhi di alcuni il rientro in patria è una scelta sbagliata, ma il senso di vuoto e spaesamento vissuto dalla protagonista dell’opera nel corso degli anni trascorsi all’estero ci fa comprendere come alla fine il ritorno a casa sia stata la soluzione migliore.

Chiara Marsala nasce nel 1985 a Palermo. Laureata in Lettere classiche e in Scienze dell’antichità a Palermo e conseguito un master in Conservazione e gestione dei beni archeologici e storico-artistici a Siena partecipa all’allestimento di sezioni museali e a scavi archeologici in Sicilia, nonché all’allestimento di mostre in Francia e Germania. Durante gli anni in Germania inizia a lavorare nell’ambito del marketing digitale per cui scopre una grande passione. Con l’arrivo della maternità, prima, e del Covid-19, dopo, si dedica alla scrittura del suo primo romanzo Due Terre e un Cuore – Storia di una ex expat, ispirato a esperienze vissute lontano dalla propria terra. Dopo sette anni in Germania prende la decisione di tornare con la propria famiglia in Italia e potersi dedicare ai suoi progetti in Patria.

Palermo lunedì 13 settembre, si presenta “Sette finestre. Sonate brevi della gente viandante” di Roberto Catalano (Edizioni Kemonia)

Villa NiscemiAppuntamento lunedì 13 settembre, alle ore 17, presso la Sala delle Carrozze di Villa Niscemi a Palermo, per la presentazione del volume, mandato in questi giorni in libreria dalle Edizioni Kemonia, “Sette finestre. Sonate brevi della gente viandante” di Roberto Catalano. Insieme all’autore, interverranno: Agostina Passantino, relatrice; Dario Raimondi, attore; Fausto Lo Verde, attore; e Alberto Maniàci, maestro al pianoforte.
Questo libro raccoglie sette brevi storie di uomini e donne che si muovono fra le disillusioni dell’età adulta adoperando il difficile tentativo di tenere in vita i sentimenti e le promesse fatti in giovinezza.
Ogni racconto è accompagnato da un QR Code che, se inquadrato con uno smartphone, rimanderà a un link Spotify che permetterà di ascoltare la colonna sonora che è stata scelta per ciascuna storia.Roberto Catalano

Roberto Catalano nasce a Palermo, è laureato in Filosofia e Scienze etiche e lavora come regista d’opera in Italia e all’estero. Ha diretto diversi titoli fra cui il dittico Che Originali!/Pigmalione per il Festival Donizetti Opera di Bergamo, Falstaff per i teatri di OperaLombardia, la Rete Lirica delle Marche e il Teatro Marrucino di Chieti, Il trovatore per l’Ente Concerti Marialisa De Carolis di Sassari e Il matrimonio Segreto per l’Ópera de Tenerife in coproduzione col Teatro Regio di Parma e il Teatro Massimo di Palermo. Sette finestre è il suo primo libro.

Per prendere parte all’evento, è necessario essere muniti di green pass o tampone effettuato nelle 48 h precedenti l’evento.